Archivi categoria: Progetti Sostenuti – Sustained Projects

Arte e Sviluppo sostenibile a Lodi: Progetto patrocinato Milano EXPO in collaborazione con Punto Enel

Switch on your creativity: in gara i nativi globalizzati 

L’ESTETICA DI GIOVANI EUROPEI E ASIATICI IN VISTA DI EXPO 2015

patrocini_EN_boxneg

 

Mostra itinerante delle 10 opere finaliste inclusa la vincitrice del premio “Enel Dialogo internazionale tra culture 2013-2014” presentato anche a Lodi

Lodi, 16 Aprile 2014 ore 17.30.  Le opere dei 10 giovani artisti europei e asiatici finalisti del concorso SWITCH ON YOUR CREATIVITY 2013 / 2014 approdano in esclusiva presso PUNTO ENEL di Lodi in Via Strada Vecchia Cremonese 18. Per l’occasione sarà introdotta nella versione itinerante la selezione di cinque opere a rappresentanza internazionale. (Corea, Italia, Giappone, Europa).

Il concorso internazionale organizzato da Asian Studies Group in collaborazione con Punto Enel Milano, ha visto il 19 febbraio durante la serata inaugurale presso PUNTO ENEL di Via Broletto 44 a Milano, la premiazione di opere di artisti internazionali che hanno espresso idee ed emozioni sul tema dello sviluppo sostenibile in vista dell’Expo 2015.

Il concorso inaugura un nuovo filone progettuale che si consoliderà di anno in anno con l’assegnazione del premio al Dialogo Internazionale tra Culture, quest’anno titolato Premio Enel al Dialogo Internazionale tra Culture 2013-2014

Le dieci opere finaliste compongono la mostra Europa ed Asia a dialogo: visioni creative sul tema dello sviluppo sostenibile a Milano, in occasione dell’Expo 2015 accessibile gratuitamente dal 16 Aprile anche presso Punto Enel Lodi

LOGO FOTO SWITCH ON

La mostra veicolata nel Lodigiano consente ad Asian Studies Group di introdurre una serie di novità legate al progetto e alla rete di operatori coinvolti. La mostra in oggetto rappresenta inoltre uno dei primi percorsi di promozione artistica e giovanile realizzati da un’associazione lodigiana a ricevere il patrocinio Milano Expo 2015.

Durante l’inaugurazione interverranno:

Responsabile Punto Enel Lodi,  Gusmaroli Andrea che introdurrà il percorso condiviso in intenti e strumenti convogliati dall’azienda a sostegno del Premio Internazionale tra Culture

Presidente Asian Studies Group Italia,  Dott. Paolo Cacciato che presenterà le novità della seconda edizione del concorso Switch On Your Creativity e il coinvolgimento dell’Associazione lodigiana in progetti a contenuto EXPO

Vice Presidente di Lodi Export,  Dott. Paolo Caresana che introdurrà la condivisione di tematiche a sviluppo internazionale sostenute dal Consorzio per l’Internazionalizzazione delle Imprese del lodigiano.

Vice Presidente C.U.P.I.,  Ing. Simone Carinelli  che presenterà il sostegno del Centro per l’Unione della Prospettive Internazionali del territorio coinvolto con Asian Studies Group in progetti formativi e culturali (English for Expo).

Rappresentanti delle istituzioni pubbliche .

La mostra evento è stata sponsorizzata da JAL – Japan Air Lines e Samsung con il patrocinio del consolato generale del Giappone a Milano, del consolato generale della Repubblica di Corea, del Comune di Milano e di Expo 2015. Fra i partner scientifici la collaborazione annovera il coinvolgimento del Nuovo Istituto di Business Internazionale NIBI.

 

Prima missione imprenditoriale e professionale in Giappone in vigilia EXPO 2015

Si è tenuto ieri, giovedì 28 marzo a Kobe, presso la sede locale della Japan External Trade Organization un incontro ufficiale di presentazione dell’attività no profit svolta dalla nostra Associazione sul territorio lombardo.

Il coordinatore di Kobe per l’ ufficio governativo della JETRO, Shigeru Saito e il senior advisor per le aziende Shunji Kida hanno incontrato la presidenza C.U.P.I.  che ha introdotto il direttivo dell’associazione e le funzioni assegnate in delega ad ogni ambito di operazione.

Dall’incontro è emersa la piena possibilità di strutturare una business mission per le imprese aderenti  interessate a selezionare con accuratezza potenziali partners commerciali nell’area di Hyogo e Kansai (Osaka),  strategica nell’economia nazionale per qualità, potenziale produttivo e posizionamento logistico. Se Tokyo rappresenta il polo del terziario e finanziario del Giappone, Osaka accoglie i poli industriali dei maggiori gruppi giapponesi (soprattutto in ambito meccanico). La posizione di collegamento fra la capitale e il sud del Giappone rappresenta inoltre un elemento di traino per moltissime trading companies che operano in Kansai.

japan.kobe.lgIn particolar modo l’area di Kobe nella prefettura di Hyogo rappresenta una della zone a più alto potenziale d’acquisto nel rapporto spesa procapite e da sempre costituisce una delle zone più sensibili per importazione di prodotti made in Europe sia in ambito enogastronomico che in ambito fashion e design: Kobe non solo ospita uno dei porti più dinamici della regione sul fronte ovest dell’honshu, possiede un aeroporto e dista pochi km da Osaka.

La proposta avanzata da C.U.P.I. è quella di ospitare un seminario di incontro fra imprese italiane e giapponesi all’interno del quale il Centro per l’Unione delle Prospettive Internazionali del territorio introdurrà alcuni elementi propositivi di investimento per operatori giapponesi e viceversa prenderà in considerazione offerte utili a consolidare delle partnership verso Giappone.

L’occasione è pensata per introdurre un matching di valore che venga consolidato durante l’anno dell’Expo a Milano per cui molte associazioni di categoria giapponesi e gruppi di imprese stanno strutturando agenda di lavoro.  L’avvio di tale prospettiva a Kobe permetterebbe di consolidare anche un ritorno di accoglienza di delegazioni nel nostro territorio per l’anno seguente.

C.U.P.I. vuole inoltre coinvolgere in questo matching non solo le imprese ma anche i professionisti: designers, architetti, esperti di stile, chefs e professionisti interessati a costruire un network di relazioni ad alto valore aggiunto in diretta comunicazione con gli operatori di filiera su questo mercato.

Kobe_000

Oltre al seminario sono previsti incontri diretti di B2b all’interno delle aziende. Il servizio di gestione dell’intera pratica e di allacciamento ad operatori locali è offerto gratuitamente a tutte le imprese / professionisti aderenti C.U.P.I. (quota di tesseramento annua 300,00 euro include anche altri servizi di formazione e consulenza)

E’ previsto solo il costo di sostegno di biglietteria aerea, alloggio e condivisione spese d’esercizio della pratica. Inoltre grazie a speciali condizioni di partnership con fornitori locali sarà possibile accedere a spese di alloggio e spostamento a cifre assolutamente sostenibili.

Inoltre C.U.P.I. beneficia in questa relazione della collaborazione con EU Networking Centre in Japan, progetto di assistenza e network relazione dall’Associazione Asian Studies Group gemellata con C.U.P.I. – da tale relazione emerge la possibilità di contenere tutti i costi di interpretariato, traduzione profili aziendali e accompagnamento.

Finalità della missione è ovviamente di introduzione commerciale ma parallelamente di formazione e orientamento su quello che ad oggi rappresenta dopo Cina e US il terzo mercato più importante al mondo e per l’Italia storicamente uno dei paesi importatori più assidui nella bilancia commerciale delle esportazioni.

La proposta di partecipazione verrà introdotta in Lombardia a consorzi partners e ad associazioni di categoria; la missione è prevista per  ottobre 2014. Durante la medesima occasione verrà proposta la seconda tappa della missione che si terrà in Italia il semestre successivo.

Lodi rappresenta il primo livello di promozione e coinvolgimento e il progetto di profila di alto valore aggiunto per consolidare un contenuto vero all’agenda di attività pensate in Lodi per Expo 2015 – 

Per sottoporre la candidatura di partecipazione compilare il form sottostante, sarete contattati dal nostro staff

 

 

Il primo marzo 2014 nasce CUPI – si costituisce il direttivo per valorizzare il ruolo di operatori nel territorio.

Dal 9 di gennaio 2014 il Tavolo di Lavoro CUPI ha consolidato continui incontri e programmazioni al termine delle quali si è giunti all’interesse condiviso dei propri sostenitori nel validare la costituzione e la registrazione del Centro per l’Unione delle Prospettive Internazionali, nella forme di Associazione di Promozione Sociale senza scopo di lucro, con raggio di operatività regionale (Lombardia) destinata a sviluppare una rete di servizi funzionali a promuovere il rilancio promozionale di territorio e di operatori coinvolti.

La neonata organizzazione comprende nel proprio direttivo rappresentanze dal mondo dei consorzi d’imprese, enti di formazione specialistica,  professionisti, imprese operanti nel settore delle infrastrutture e delle assicurazioni, albergatori, nonché consulenti operanti nel mondo delle comunicazioni, dell’IT e delle dinamiche di sviluppo internazionale e comunitario europeo.

L’età media del direttivo è 35 anni e la volontà di operare in termini concreti, di rete e soprattuto funzionali a sottoporre prospettive sostenibili di comunicazione e promozione dei servizi è al centro dell’agenda programmatica del Centro, che verrà diffusa nella presentazione alla stampa e agli operatori coinvolti in un incontro ufficiale fissato per il 6 marzo prossimo a Lodi.

Il Fondo a sostegno dell’attività CUPI è stato consolidato al 100% da iniziativa privata, sia nella messa in comune di capitali strutturali iniziali sia nel fornire supporto logistico, comunicativo, di accoglienza e di servizi condivisi fra i sostenitori del progetto, associati in una RETE SOSTENIBILE DI OPERATORI che ha permesso in meno di 90 giorni di ottenere:

sedi operative diversificate di totale proprietà privata in locazioni di prestigio e di massima funzionalità

strumenti professionali atti a pianificare, consolidare e comunicare gli obiettivi con convergenza di plurilinguismo e specificità nei tools professionali (agenzie di comunicazione, mediatori, interpreti, esperti di mercato, consulenti e docenti)

assistenza legale, fiscale, normativa per la valorizzazione degli obiettivi prefissati dal centro

centro polivalente ad incubazione start up aziendali nel cuore del Lodigiano

–  prospettive di co-working sostenibile con operatori stranieri introdotti per progetti condivisi durante doppio semestre di lavoro nel periodo MILANO EXPO 2015

Sportello ASIA per opportunità di orientamento, internship e rilocalizzazione nel matching culturale, sociale e professionale su Asia orientale sia di giovani professionisti che di enti, organizzazioni o imprese del territorio

Il Centro ha inoltre l’obiettivo di sostenere operazioni di educazione sociale  e di improvement territoriale nella capacità di scambio, accoglienza e conoscenza di operatori stranieri che verranno introdotti in occasione di eventi espositivi internazionali, forum e convegni.

L’iscrizione all’Associazione da parte di soggetti portatori di progettualità, sostegno, strumenti utili all’Agenda programmatica verrà esaminata dal Direttivo CUPI

per informazioni info@cupiproject.com

Locandina servizi marzo jpeg

Sportello ASIA di ASG e La Fattoria presentati oggi come volano per promuovere professioni e opportunità

Si è tenuta oggi la cerimonia di consegna diplomi di lingue orientali per i corsisti Asian Studies Group sede di Lodi presso l’Hotel Europa in Viale Pavia a Lodi.

L’occasione ha permesso di introdurre l’avvio dell’attività associativa del nostro C.U.P.I. sul territorio lombardo, sostanziando alcune delle maggiori novità inserite in agenda anche grazie alla collaborazione con operatori e associazioni in loco.

Si ringrazia Abramo Oppizzi e l’Associazione albergatori della Provincia di Lodi che ha ospitato l’evento e ha messo a disposizione del CUPI gli spazi aggregativi per diffondere la comunicazione ufficiale del centro.

Presenti al pomeriggio, la direzione Asian Studies Group e coordinamento CUPI,  Paolo Cacciato  insieme ai soci fondatori Diego Bruni di Bruni Costruzioni e Simone Carinelli di Carinelli e Piolini per il progetto La Fattoria: primo polo multidisciplinare che svilupperà  sul territorio opportunità di co-working dinamico  con un’attenzione specifica per aziende start up e accoglienza di operatori stranieri sul territorio all’interno degli spazi di condivisione. Un sostegno specifico verrà offerto anche attraverso soluzioni di crown funding e di cooperazioni nei servizi che verranno sostenute all’interno degli stessi operatori nella struttura.

La collaborazione con Asian Studies Group intensifica il coinvolgimento di giovani professionisti personalmente coinvolti in percorsi di studio e di networking con l’Asia orientale anche all’interno dell’agenda di attività che CUPI svilupperò negli spazi de la Fattoria in Lodi.

bruni

Così come il progetto Sportello ASIA di Asian Studies Group garantisce l’accesso a internship di valore con regolare contratto di apprendistato / stage in East Asia viceversa la sinergia con CUPI permette di accogliere giovani professionisti e universitari da Asia e da altre parti del mondo per veicolare comunicazione, apporti, know how e prospettive di cooperazione con aziende e operatori in loco, soprattutto all’interno degli spazi polivalenti di La Fattoria.

Grande soddisfazione da parte del direttivo C.U.P.I. che oltre a sottolineare energia, entusiasmo e risorse finanziarie messe assieme da comparto privato per l’avvio dell’attività associativa , rimanda la stampa e gli operatori interessati a partecipare in qualità di associati ad una prossima occasione specifica dove verrà presentato ufficialmente il direttivo e l’agenda inerente ai seguenti punti

– visione internazionale alla base di un rilancio sostenibile e funzionale del territorio.

– accoglienza operatori stranieri e del flusso turistico nella promozione del marketing del territorio attraverso calendario di eventi / percorsi che siano promossi a livello internazionale.

– formulazione dei servizi e dei contenuti funzionali alla creazione della domanda per lo sviluppo delle opportunità di rilancio del territorio e degli operatori economici

– formazione diversificata per esercenti commerciali, professionisti e società civile in grado di sostenere l’accoglienza e l’offerta dei servizi durante l’anno dell’EXPO.

– piattaforma di sviluppo delle dinamiche di internazionalizzazione per le imprese del territorio in comunicazione con Lodi Export, consorzio all’internazionalizzazione delle imprese del territorio.

– opportunità di co-working con accesso ad una rete di operatori coinvolti nel crown funding sostenibile all’interno di La Fattoria

 

CUPI aderisce al progetto patrocinato da Milano EXPO 2015 – Switch On Your Creativity 2013 / 2014

Cultura internazionale ed EXPO2015 due temi a lungo dibattuti nell’incontro preliminare odierno ospitato presso l’Hotel Napoleon a Lodi.

C.U.P.I. sostiene la necessità di valorizzare sul territorio opportunità di stimolo culturale che riportino al centro il confronto interculturale su temi quali: sviluppo sostenibile, energia, mercati e prospettive di dialogo diversificate per eterogeneità dei partecipanti al dialogo medesimo.

Da una consapevolezza di diversità culturale e di sistema, tracciare una prospettiva di opportunità e confronto funzionale. Con questa ambizione ecco il sostegno del nostro Centro per il progetto denominato “Switch On Your Creativity: Europa ed Asia a Dialogo, visioni creative sul tema dello sviluppo sostenibile nella Milano dell’EXPO”

Un concorso per giovani artisti organizzato da Asian Studies Group, associazione di origine lodigiana che realizza su Milano, città estremamente sensibile e che si lascia coinvolgere in un dinamismo propositivo,  una serie di occasioni sinergiche fra Enti e Imprese e Società.

Il progetto è sostenuto da Punto Enel di Via Broletto in centro a Milano dove le opere in finale verranno premiate e troveranno sede espositiva di prestigio, patrocinato da Milano EXPO 2015 che referenzia il valore del dialogo interculturale proposto sul tema in oggetto, insieme a Comune di Milano, Consolato Generale del Giappone e Consolato della Repubblica di Corea. Fra gli sponsor Japan Airlines e NIBI, Nuovo Istituto di Business Internazionale fra le referenze scientifiche.

locandina switchon jpeg 8 gen

Una commissione tecnica di giurati valuterà una selezione finale di opere di giovani artisti europei e asiatici pervenute in Asian Studies Group e il miglior artista riceverà una borsa di studio di 1000 euro quale contributo a sostegno di propri studi e attività.

Switch ON you creativity, rappresenta la prima edizione del Premio all’Internazionalità delle Culture 2013 / 2014 – un appuntamento destinato a diventare baluardo progettuale per Asian Studies Group e i collaboratori tecnici fra cui NIBI, Rainbow Communication del gruppo Luisa Rumor, agenzia di comunicazione che inaugura con questo evento la “destinazione ” tutta asiatica delle proprie attività di servizi e CUPI che da questa prima edizione raccoglie stimoli di sostanza per consolidare elementi programmatici da diffondere sul territorio.

L’evento, che verrà inaugurato nella seconda metà di febbraio con un’apertura ufficiale al pubblico che avremo il piacere di comunicare anche su questo portale, mira oltre che a valorizzare l’importanza del dialogo interculturale su temi di sostanziale importanza, anche la condivisione di elementi utili a comprendere quanto un’evento quale EXPO rappresenti in termini di opportunità nel confronto fra culture, società, sistemi di pensiero e strumenti cognitivi strettamente legati alle dinamiche economiche fra i Paesi coinvolti.

C.U.P.I. interverrà direttamente nel diffondere sul territorio lombardo occasioni di partecipazione sociale ad eventi di questo tipo, sostenendo la mobilità di progetti di questo tipo attraverso tappe funzionali  a consolidare, in tappe di promozione,  una visione comune sensibile al tema trasmesso da Milano Expo 2015 e con esso alle prospettive di sviluppo internazionale delle relazioni connesse.

L’avventura C.U.P.I. ha inizio prima riunione – let’s start the mission –

Primo incontro preliminare fissato per il 9 di gennaio 2014  ore 17.00 c.a.-

I promotori  e sostenitori del progetto C.U.P.I. si incontrano a Lodi –

shadow-men

Tema: ” Our new services and opinion building platform, when border – territories should become bridge for opportunities and social / productive awareness about internationalization of local operators”

All’ordine del giorno:

– introduzione del progetto e finalità operative a breve medio termine per sostenere la visibilità e comunicare l’applicabilità degli strumenti del centro

– modalità di configurazione del medesimo in termini legali (nuova associazione o protocollo condiviso e sottoscritto fra le associazioni private o di categoria  già sostenitrici del progetto e aderenti, operatori interessati, studi professionali e rappresentanti di organizzazioni sociali)

– lista temi / contenuti per il territorio partendo dal focus su EXPO 2015

– strategia comunicativa (coinvolgimento opinionisti, giornalisti sensibili a tematiche di valorizzazione internazionale del territorio, bloggers e key social influencers)
Nell’Agenda C.U.P.I. 2014 e per cui forniremo articoli informativi su questo portale

– Lodi per EXPO: come gli operatori economici e di servizi possono intervenire nella valorizzazione di una rete funzionale al territorio: focus iniziale su alcuni ambiti che aderiscono al nostro tavolo di lavoro:  settore alberghiero, comunicazione, assicurazioni, infrastrutture e commercio.

– Delegazioni cinesi in visita al PTP a fine gennaio prossimo:  valorizzare un matching con operatori economici  del territorio e convogliare la partecipazione assistita di aziende introdotte dal Consorzio Lodi Export su B2b. Il dibattito sottopone la necessità di capire chi costituirà il corpo di delegazione e con quale presenza tornerà sul territorio in vista EXPO

– Cantiere di lavoro EXPO e post expo 2015: consolidare un sistema di attrazione di basi temporanee di lavoro (co-working sinergico con imprese italiane) per decine di aziende straniere che opereranno in termini di partecipazione / fornitura / sinergia / visita ad EXPO e che possa valorizzare poi un prosieguo di collaborazioni economico – produttive per il territorio

Formazione Linguistica e interculturale di esercenti, commercianti ed operatori: creazione di una common vision a tema Expo (sostenere la formazione trasversale attraverso corsi di inglese ma anche di business culture e di intercultura)

Cultura ed EXPO: analisi di alcuni progetti ad alto contenuto culturale su tema EXPO che hanno ricevuto patrocinio dell’ente e che possono fungere da volano collettivo nel metabolizzare l’importanza del tema e della prospettiva anche sul nostro territorio. Molti di questi progetti beneficiano della possibilità di essere strutturati in forma “itinerante” e quindi trovare luogo e maggior valorizzazione anche nel ns territorio.

Calendario di contenuti per l’anno dell’EXPO / dove Lodi si proponga tappa obbligata “e di senso” per gruppi di imprenditori e aziende in visita ad EXPO, come “corridoio” di valore nel passaggio obbligato a sud di Milano in direzione Bologna / Roma.

L’incontro avviene a porte chiuse fra sostenitori del progetto e aderenti al protocollo di contenuti indicato al seguente link
Per richiedere accesso alla tavola di lavoro vi invitiamo a compilare il seguente form