Archivi categoria: Verbali Ufficiali

Verbale di assemblea nello Spirito della concretezza: ampliamento dei servizi di internazionalizzazione e marketing territoriale

Sì è tenuta il 27 settembre presso il Caffè Letterario in Lodi la riunione programmatica del direttivo CUPI per la definizione delle finalità associative sostenute nell’Agenda operativa del Centro per L’Unione delle Prospettive Internazionali del territorio.

A seguito del successo di partecipazione alla prima giornata dell’Internationally Speaking inaugurata in occasione dell’evento China Italian People Towards The Great Wall prodotto dalla twinned association Asian Studies Group ©, il direttivo considera funzionale il prosieguo di attività di formazione e cultura internazionale per finalità di sensibilizzazione del territorio sulle prospettive derivanti dal confronto e dialogo con altri mercati, soprattutto in un periodo di grande interesse per la nostra comunità derivante dall’imminente avvio di Milano EXPO 2015.

CULTURA INTERNAZIONALE E GIOVANILE

In tal senso la dott.ssa Romilda Merli dalla sezione Cultura Internazionale e Giovanile partecipa ad un Festival Internazionale del Cortometraggio di Fonteinbleau in Francia per proporre un consolidamento della relazione di gemellaggio funzionale a valorizzare eventi artistici internazionali sul nostro territorio.

Sempre per quanto concerne la cultura giovanile e il coinvolgimento dei giovani nelle esperienze di studio all’estero, CUPI si fa portavoce dell’informativa che riguarda Erasmus + in Europa e sostiene progetti di diffusione delle opportunità svolte dalla mobilità studentesca in area EU.

HOSPITALITY E MARKETING DEL TERRITORIO

Parallelamente viene introdotto da Abramo Oppizzi dell’Hotel Europa e Hotel Napoleon con delega alla sezione hospitality la proposta a consolidare dei programmi che prevedano coinvolgimento sinergico di operatori di filiera (hotel, ristorazione, negozi) una sera di programmi convenzionati con le istituzioni per sviluppare attrattiva di incoming.

INTERNAZIONALIZZAZIONE DI IMPRESA 

La presidenza di CUPI, nella figura del Dott. Paolo Cacciato con delega ai processi di internazionalizzazione di impresa, sottolinea a tal proposito la possibilità di configurare in joint operativa un servizio di formazione specialistica e di internazionalizzazione assistita per la promozione del territorio verso Asia orientale, che proprio in questo periodo è stato sottoposto al vaglio di Comune e Provincia come progetto e consulenza assistita per gli operatori turistici del territorio. Attualmente il progetto è in esamina per essere configurato come uno dei tavoli di lavoro approvati dalla pubblica amministrazione per il consolidamento delle attività con inerenza EXPO come richiesto dalla Regione Lombardia che sosterrà i progetti confermati.

Viene inoltre ricordata la collaborazione che CUPI sviluppa con AICE e Promos per diffondere e coadiuvare missioni commerciali all’estero introducendo sul territorio occasioni di confronto offerte gratuitamente e triangolate nella collaborazione con l’agenzia speciale della Camera di Commercio di Milano e l’Associazione Italiana Commercio Estero. A tal proposito è segnalata la partecipazione di azienda consociate CUPI e provenienti dal territorio all’ultima missione promossa da Promos e che si svolgerà in Vietnam e Myanmar in Novembre.

Sempre a Novembre dal 12 al 14 CUPI parteciperà, accompagnando alcune aziende del Padiglione Italia, al Japan Home Building Show di Tokyo una delle fiere più importanti del settore edilizia e infrastrutture. La partecipazione consolida la collaborazione fra CUPI e la Paralleli Srl azienda specializzata nell’internazionalizzazione commerciale nei comparti fieristici di diverse aree mondo fra cui Giappone, Cina, Thailandia, Turchia, Russia.

Sempre per quanto concerne internazionalizzazione, CUPI fissa per il prossimo mese l’ incontro ufficiale con la presidenza di Assolombarda Europa a Bruxelles, nell’ottica si sostanziare una collaborazione di contenuto per diffondere dinamiche partecipative al programma di Europa2020 e nel networking di imprese e professioni in comunicazione fra Lombardia e Europa.

Per quanto riguarda Asia, la direzione CUPI ricorda la missione culturale e territoriale programmata per aprile 2015 in Giappone come consolidamento in loco del gemellaggio culturale iniziato fra Lodi e Kobe nel 2013 in sinergia con Provincia di Lodi. La collaborazione CUPI si affiancherà a quella di Asian Studies Group che porterà in Giappone il primo gruppo di cittadini lodigiani studiosi di giapponese e avvierà su sfondo culturale la prospettiva per un gemellaggio in funzione EXPO. Delegazioni da Kobe e dalla prefettura di Hyogo in Milano EXPO sono previste per l’estate 2015. Proposta di partecipazione ufficiale alla missione, che diviene in questa prospettiva sistematica e organica per l’intero territorio, verrà proposta anche a Comune di Lodi e a rappresentanti istituzionali. CUPI prevede di diffondere per l’occasione, servizi di incoming turistico e di valorizzazione territoriale durante la medesima occasione consolidando la partnership con i propri consociati operanti nel settore.

RELAZIONI CON LE PROFESSIONI E LE IMPRESE DEL TERRITORIO

Proposte di sostegno atte ad agevolare le dinamiche di tesseramento con il coinvolgimento di operatori e professionisti diversificati sono giunte anche da nuovi consociati CUPI che operano nel settore della consulenza per il posizionamento professionale (Maria Paola Negri) e dalla consulenza legale per imprese (Maurizio Lepore). Fra le attività che verranno consolidate  in tale prospettiva rientrano alcune occasioni di formazione specialistica che il Centro presenterà con programmi di rilievo a specifiche categorie professionali fra cui legali e commercialisti con un’attenzione forte per professionisti accomunati dall’esperienza internazionale dell’esercizio delle proprie qualifiche.

L’attività del CCC Career and Cooperation Corner di CUPI è inoltre una risorsa che accompagnerà tutte le occasioni di aggregazione proposte dal centro per raccogliere e sistematizzare in rete di collaborazioni e di proposte che giungeranno dai singoli sostenitori o dalla sinergia con associazioni / enti proponenti.

FORMAZIONE SPECIALISTICA E INTERNAZIONALE

Oltre a garantire in sinergia con Asian Studies Group © l’erogazione di servizi di formazione e mediazione linguistica per l’area di Cina, Giappone e Corea, il direttivo sostanzia la necessità di appoggiare intensamente una serie di proposte studio e co-working con sfondo di consulenza gratuita all’interno dell’area EU.

E’ stato proposto un programma di formazione di 3 giorni che comprende: business english for specific purposes intensive program, investment opportunities on EU scenario and development of cooperation on mediterranean area, B2b and professional networking  in Malta dal 30 ottobre 2014.

Aggiornamenti specifici per le proposte delle sezioni qua riassunte saranno introdotti di volta in volta sulle pagine del nostro sito

Per contattare la nostra segreteria info@cupiproject.com

Annunci

I progetti prendono il volo

Una conferenza stampa operativa, per parlare di dati e progetti. Venerdì mattina, Cupi ha illustrato alla stampa il primo calendario di eventi e servizi pensato per i prossimi mesi: “Un calendario in continua evoluzione, visto che stiamo continuamente studiando nuovi progetti da aggiungere, o perfezionando e ampliando quelli esistenti” ha commentato il vicepresidente Simone Carinelli.

Il presidente Paolo Cacciato, quindi, ha illustrato le tre sezioni che contraddistinguono il lavoro di Cupi: formazione, marketing e cultura.

I progetti trovano poi adeguato approfondimento sul nostro sito. Si parte già il 4 giugno con il seminario sulla cultura ed economia coreana, che servirà come introduzione all’evento milanese del 5 giugno, in cui si festeggia il 130esimo anniversario dell’apertura delle relazioni commerciali tra Italia e Corea. “Il 5 giugno, a Milano, ci sarà occasione di conoscere da vicino la realtà coreana: noi di Cupi parteciperemo, e questo seminario della vigilia consentirà anche alle imprese che vogliono aderire di arrivare preparate”.

il pomeriggio di formazione si terrà presso Camera di Commercio di Lodi – Sala Consiglio e la registrazione è fissata per il 4 giugno alle ore 14.00 / 14.15 ca. con inizio ufficiale alle 14.30

Il corso di introduzione al sistema economico commerciale è denominato

“Discovering Korea – introduzione al business model coreano”

e viene offerto gratuitamente alle imprese, professionisti e operatori del territorio e consolidato in collaborazione con Asian Studies Group e prevede per i tesserati CUPI la possibilità di ricevere attestato di partecipazione e di qualifica al percorso intrapreso. Il progetto è patrocinato da Camera di Commercio di Lodi con coinvolgimento della sezione Internazionalizzazione della camera e il Patrocinio del Comune di Lodi.

L’occasione sarà terreno di networking funzionale ad accogliere la prospettiva di un tavolo di lavoro operativo che coinvolga e prepari gli operatori del territorio all’accoglienza e valorizzazione di relazioni commerciali con il mercato coreano.  CUPI partecipa inoltre al business forum del 5 giugno presso Palazzo Clerici e supporta attivamente e gratuitamente gli operatori del proprio network nel percorso di matching e confronto con il mercato coreano.

Subito dopo, il 6 giugno, parte il corso “English 4 Expo”: un corso di inglese con insegnanti madrelingua americani, che consentirà ai partecipanti di avere una migliore conoscenza dell’inglese, elemento imprescindibile per guardare all’estero. Anche questo servizio viene offerto gratuitamente per 26 ore di durata a tutti i tesserati CUPI.

Al di là dei progetti, la conferenza stampa è servita per ribadire il ruolo di Cupi anche nei confronti dell’amministrazione comunale di Lodi. Era infatti presente l’assessore Simone Piacentini, che ha dimostrato interesse per l’associazione: “Spesso si dice che questa è una città chiusa. La nascita di Cupi, invece, è segno del fatto che c’è la volontà di muoversi e guardare le cose da una prospettiva più ampia. Non posso che dirmi entusiasta di questa nuova associazione, e augurare che possa contribuire a migliorare il tessuto della città” ha detto.

Cupi, per sua vocazione, nasce come indipendente da qualsiasi ente pubblico e da qualsiasi partito ma il fatto che un rappresentante dell’ente locale abbia espresso il proprio sostegno, è segno che già qualcosa si sta muovendo in ottica propositiva e sostanziale.

Con la conferenza stampa, quindi, parte ufficialmente una campagna di tesseramento che vuole coinvolgere le imprese, le associazioni, i professionisti, e chi ha intenzione di portare il proprio contributo nell’ottica di una apertura del territorio a orizzonti più ampi.

Per aderire alla nostra campagna tesseramenti è possibile sottoporre la propria candidatura al presente link e compilando apposito form 

FIRME, CONFERENZA STAMPA, PRESENTAZIONE PUBBLICA: CUPI INIZIA IL SUO VIAGGIO

Intervento del dott. Federico Gaudenzi –  Consigliere Segretario dell’Associazione C.U.P.I.

Finalmente si comincia. Statuto, firme, marche da bollo e burocrazia non hanno fermato la voglia di fare che ha caratterizzato la nascita di Cupi.

Ieri mattina il nostro primo confronto pubblico, con la presentazione alla stampa dell’intero progetto, occasione che ha radunato anche diversi operatori del tessuto economico ed imprenditoriale della città, incuriositi da un’iniziativa assolutamente nuova per il panorama lodigiano.

Nella hall dell’Hotel Europa di Lodi, il presidente Paolo Cacciato ha illustrato, in una conferenza stampa pubblica, le linee guida che, a partire già dai prossimi giorni, serviranno per dar via a un lavoro concreto sul territorio.

“Concretezza è la parola d’ordine – ha esordito Cacciato -: progetti anche piccoli, ma chiari”, e in grado di essere avviati subito grazie alla snellezza dell’apparato organizzativo del direttivo, che è strutturato su diversi settori, e permette un’ampia autonomia decisionale dei vari membri.

È questo che distingue le parole dai fatti, che distingue gli impegni programmatici della politica, spesso smarriti nella burocrazia, dalla libertà intellettuale di un’associazione formata da privati, tenuti insieme soltanto dalla voglia di mettersi in gioco e creare davvero una rete tra gli operatori del territorio.

Fin da subito ha destato curiosità il progetto Fattoria, accennato dal vicepresidente Simone Carinelli e dal membro del direttivo Diego Bruni: un’idea che sarà resa pubblica in via definitiva nelle prossime settimane.

Il socio fondatore Paolo Caresana, con la sua esperienza di professionista anche all’interno del consorzio Lodi Export, ha invece fatto un intervento più generale, parlando delle potenzialità che un territorio può avere se solo si lascia contagiare da una mentalità più aperta.

Questo, d’altronde, è il nostro obiettivo, come hanno spiegato anche Federico Gaudenzi, referente per comunicazione e politiche di cultura giovanile, Abramo Opizzi, cui è assegnata la parte relativa all’hospitality, e Paolo Palamiti, che si occupa di relazioni e dinamiche europee.

Il primo sasso è stato lanciato nella città di Lodi, e come anelli concentrici nell’acqua, presto seguiranno altri progetti volti ad animare sempre di più il territorio con uno sguardo oltre le frontiere del Lodigiano, dell’Italia e dell’Europa.

Nonostante tutto, si va avanti: concretezza e internazionalità

A seguito dell’inaugurazione odierna dell’attività di CUPI associazione per lo sviluppo delle prospettive internazionali sul territorio, vogliamo pubblicare la lettera di presentazione inoltrata oggi al nostro direttivo da uno dei nostri soci fondatori, dott. Paolo Caresana, complimentandoci per i contenuti e sposando la visione di insieme e di operosità introdotta dal collega.

Un grazie a tutto il direttivo neo-eletto per aver reso possibile un progetto che segnerà realmente un passo importante sul territorio lombardo.

Dr. Paolo Cacciato – Presidente C.U.P.I.

—- Avanti nonostante tutto – di Paolo Caresana

WP_20140306_014

 

Buongiorno,
ringrazio  tutti voi  che siete  intervenuti alla presentazione di Cupi, realta’ nata in pochissimo tempo dai Soci appena presentati e soprattutto grazie alla  “fervida mente operativa ” dell’amico Dott. Paolo Cacciato.
Paolo dovete sapere e’ l’uomo dei fusi orari, che affronta con facilita’ le distanze più disparate, al mattino e ‘ a Milano al Nibi a insegnare ,poi va a Pavia alla Riso Scotti, al pomeriggio lo trovi presso una spa a Modena , il giorno dopo a Roma, quindi a Malta.
Per non parlare poi di quando è in Cina, Korea  o in Giappone anche per settimane intere, come se fosse ad una fermata di metro’ di distanza,
come se niente fosse, con nonchalance.
Paolo hai tutta la mia stima e la mia sincera ammirazione!
Ti stimo  perche ‘ sei guidato da una energia e una positivita ‘ fortissime che attuano concretamente il concetto di “fare”
Ti ammiro perche ‘ riesci a manifestare e sviluppare tali energie dando valore aggiunto ai soggetti e alle imprese che segui in eterogenei settori merceologici nell’affrontare i principali mercati orientali.
Mi avevi chiesto di declinare il mio breve intervento sul concetto di fare rete fra imprenditori e far in modo che essi possano usufruire di servizi integrati in ottica di internazionalizzazione.
25 anni fa al liceo la professoressa raccontava che I latini solevano dire:” si vis pacem para bellum” ( Cicerone primo secolo a.c. nella settima Filippica e Vegezio alla fine del quarto secolo d.c.)
Quindi: se vuoi la pace, preparati alla guerra.
Ma una Guerra vera e propria e’ gia’ quella che affrontano quotidianamente gli imprenditori siano essi ditte individuali , piccole e medie imprese o società molto ragguardevoli per dimensioni e fatturati.
4,5 mln di partite IVA ..Il cosiddetto esercito delle partite IVA che si trova in
Guerra ogni giorno contro le limitazioni e gli ostacoli di una burocrazia imbarazzante, un pressapochismo istituzionale penoso.
Guerra verso indici di mercato faziosi e  spesso fuorvianti ( ne cito un paio per tutti: lo spread sui titoli di stato e il Rating quest’ultimo emesso da soli tre organismi privati  a dir poco dubbi S&P Standard & Poor’s ,  Moody’s e Fitch)
Guerra verso le imitazioni dei prodotti che siamo costretti a subire, tutto a scapito del nostro glorioso  “Made in Italy”
Guerra verso consumi interni che dire stagnanti sarebbe un eufemismo
Guerra verso una miriade di tasse soffocanti
Guerra verso una giustizia lentissima.
Guerra verso l’incapacita ‘ di attirare investimenti Esteri nel nostro Paese
Guerra verso infrastutture pubbliche spesso inadeguate ai tempi e ai flussi commerciali e turistici.
Guerra verso un sistema scolastico troppo lontano dalla realtà .
E mi fermo qui perché lascio a voi l’invito a riflettere aggiungendo alla lista altre guerre in atto.
Guerre sanguinose e dai costi economici sociali e culturali altissimi.
Come porre rimedio a tutto ciò ?
Come ci aiutano lo Stato Italiano e l’Europa?
Io non ho le capacità per dare una risposta completa e concreta, ma passando dal mondo romano di 2000 anni fa a quello cinese di circa 2500 anni fa ( per stare in tema Asg sull’Oriente ) ,mi viene in mente la frase del generale Sun Tzu ne “l’arte della guerra” quando diceva: “la migliore battaglia e’quella che si vince senza combattere”
Ma come, i romani dicevano “se vuoi la pace preparati alla guerra”, mentre i cinesi il contrario…?!?siamo di fronte a due mondi diversi?
niente affatto….se ci pensiamo.
Quando possiamo allora vincere senza combattere?
Quando riusciamo a relazionarci, a condividere percorsi e sinergie comuni, quando formiamo reti, quando vincendo i particolarismi e gli individualismi riusciamo a capire davvero che “l’unione fa la forza” , che rinunciando ad un po’ del nostro egoismo mettiamo meglio sul piatto le nostre migliori capacità e la forza delle idee.
Con la fantasia, la classe ,lo stile e l’estro di noi Italiani!
D’altronde Cinque secoli fa Machiavelli ne “il Principe” riassumeva in pochi concetti quali dovevano essere i tratti distintivi e  salienti del vero  leader :
Essere al tempo stesso Leone Volpe e Centauro.
Oggi possiamo vincere se sappiamo essere forti, astuti e in grado di usare come il centauro la forza degli animali e la ragione propria dell’uomo ma INSIEME!
Cupi vuole essere un luogo reale , fatto di persone concrete nel quale le idee circolano, trovano forma e ottengono risposte e soluzioni snelle.
Ciò in ottica Expo 2015, occasione importantissima, ma anche in ottica post expo, perché l’Italia e il mondo continueranno anche e sopratutto dal 1 novembre 2015 quando i cancelli dei padiglioni expo chiuderanno.
Cupi deve essere il luogo in cui  organizzazioni e professionisti interni ed esterni sono a disposizione per affrontare problematiche relative alla produzione, commercializzazione di prodotti e servizi, all’export, all’immagine, alle strategie aziendali, all’insegnamento delle lingue straniere e così via.
Ieri sentivo per radio che il Senato aveva approvato una norma contro la tortura..e mi domandavo….ma con tutti i problemi che abbiamo , ci mettiamo a legiferare sulla tortura ?parliamo dei massimi sistemi e poi?
Non siamo forse noi le prime vittime di uno Stato che ci vessa e ci tortura?
proprio ieri sera quando per andare al Mip al politecnico di Milano  ho impiegato 2 ore e mezza da Lodi in auto con l’amico Diego Bruni a causa dello sciopero dei mezzi pubblici?
Quante migliaia di persone erano bloccate? Quante migliaia  di ore sprecate?cio’ solo a Milano…..e nelle altre città ?
Queste inefficienze  per assurdo non vengono conteggiate nel Pil o nell’indice ISTAT
Ma pesano….eccome.
malgrado ciò dico convinto: Avanti, NONOSTANTE TUTTO!

Grazie per l’attenzione e buon lavoro!

A breve rassegna stampa e prosieguo programmatico del nostro centro.

Il primo marzo 2014 nasce CUPI – si costituisce il direttivo per valorizzare il ruolo di operatori nel territorio.

Dal 9 di gennaio 2014 il Tavolo di Lavoro CUPI ha consolidato continui incontri e programmazioni al termine delle quali si è giunti all’interesse condiviso dei propri sostenitori nel validare la costituzione e la registrazione del Centro per l’Unione delle Prospettive Internazionali, nella forme di Associazione di Promozione Sociale senza scopo di lucro, con raggio di operatività regionale (Lombardia) destinata a sviluppare una rete di servizi funzionali a promuovere il rilancio promozionale di territorio e di operatori coinvolti.

La neonata organizzazione comprende nel proprio direttivo rappresentanze dal mondo dei consorzi d’imprese, enti di formazione specialistica,  professionisti, imprese operanti nel settore delle infrastrutture e delle assicurazioni, albergatori, nonché consulenti operanti nel mondo delle comunicazioni, dell’IT e delle dinamiche di sviluppo internazionale e comunitario europeo.

L’età media del direttivo è 35 anni e la volontà di operare in termini concreti, di rete e soprattuto funzionali a sottoporre prospettive sostenibili di comunicazione e promozione dei servizi è al centro dell’agenda programmatica del Centro, che verrà diffusa nella presentazione alla stampa e agli operatori coinvolti in un incontro ufficiale fissato per il 6 marzo prossimo a Lodi.

Il Fondo a sostegno dell’attività CUPI è stato consolidato al 100% da iniziativa privata, sia nella messa in comune di capitali strutturali iniziali sia nel fornire supporto logistico, comunicativo, di accoglienza e di servizi condivisi fra i sostenitori del progetto, associati in una RETE SOSTENIBILE DI OPERATORI che ha permesso in meno di 90 giorni di ottenere:

sedi operative diversificate di totale proprietà privata in locazioni di prestigio e di massima funzionalità

strumenti professionali atti a pianificare, consolidare e comunicare gli obiettivi con convergenza di plurilinguismo e specificità nei tools professionali (agenzie di comunicazione, mediatori, interpreti, esperti di mercato, consulenti e docenti)

assistenza legale, fiscale, normativa per la valorizzazione degli obiettivi prefissati dal centro

centro polivalente ad incubazione start up aziendali nel cuore del Lodigiano

–  prospettive di co-working sostenibile con operatori stranieri introdotti per progetti condivisi durante doppio semestre di lavoro nel periodo MILANO EXPO 2015

Sportello ASIA per opportunità di orientamento, internship e rilocalizzazione nel matching culturale, sociale e professionale su Asia orientale sia di giovani professionisti che di enti, organizzazioni o imprese del territorio

Il Centro ha inoltre l’obiettivo di sostenere operazioni di educazione sociale  e di improvement territoriale nella capacità di scambio, accoglienza e conoscenza di operatori stranieri che verranno introdotti in occasione di eventi espositivi internazionali, forum e convegni.

L’iscrizione all’Associazione da parte di soggetti portatori di progettualità, sostegno, strumenti utili all’Agenda programmatica verrà esaminata dal Direttivo CUPI

per informazioni info@cupiproject.com

Locandina servizi marzo jpeg

Sportello ASIA di ASG e La Fattoria presentati oggi come volano per promuovere professioni e opportunità

Si è tenuta oggi la cerimonia di consegna diplomi di lingue orientali per i corsisti Asian Studies Group sede di Lodi presso l’Hotel Europa in Viale Pavia a Lodi.

L’occasione ha permesso di introdurre l’avvio dell’attività associativa del nostro C.U.P.I. sul territorio lombardo, sostanziando alcune delle maggiori novità inserite in agenda anche grazie alla collaborazione con operatori e associazioni in loco.

Si ringrazia Abramo Oppizzi e l’Associazione albergatori della Provincia di Lodi che ha ospitato l’evento e ha messo a disposizione del CUPI gli spazi aggregativi per diffondere la comunicazione ufficiale del centro.

Presenti al pomeriggio, la direzione Asian Studies Group e coordinamento CUPI,  Paolo Cacciato  insieme ai soci fondatori Diego Bruni di Bruni Costruzioni e Simone Carinelli di Carinelli e Piolini per il progetto La Fattoria: primo polo multidisciplinare che svilupperà  sul territorio opportunità di co-working dinamico  con un’attenzione specifica per aziende start up e accoglienza di operatori stranieri sul territorio all’interno degli spazi di condivisione. Un sostegno specifico verrà offerto anche attraverso soluzioni di crown funding e di cooperazioni nei servizi che verranno sostenute all’interno degli stessi operatori nella struttura.

La collaborazione con Asian Studies Group intensifica il coinvolgimento di giovani professionisti personalmente coinvolti in percorsi di studio e di networking con l’Asia orientale anche all’interno dell’agenda di attività che CUPI svilupperò negli spazi de la Fattoria in Lodi.

bruni

Così come il progetto Sportello ASIA di Asian Studies Group garantisce l’accesso a internship di valore con regolare contratto di apprendistato / stage in East Asia viceversa la sinergia con CUPI permette di accogliere giovani professionisti e universitari da Asia e da altre parti del mondo per veicolare comunicazione, apporti, know how e prospettive di cooperazione con aziende e operatori in loco, soprattutto all’interno degli spazi polivalenti di La Fattoria.

Grande soddisfazione da parte del direttivo C.U.P.I. che oltre a sottolineare energia, entusiasmo e risorse finanziarie messe assieme da comparto privato per l’avvio dell’attività associativa , rimanda la stampa e gli operatori interessati a partecipare in qualità di associati ad una prossima occasione specifica dove verrà presentato ufficialmente il direttivo e l’agenda inerente ai seguenti punti

– visione internazionale alla base di un rilancio sostenibile e funzionale del territorio.

– accoglienza operatori stranieri e del flusso turistico nella promozione del marketing del territorio attraverso calendario di eventi / percorsi che siano promossi a livello internazionale.

– formulazione dei servizi e dei contenuti funzionali alla creazione della domanda per lo sviluppo delle opportunità di rilancio del territorio e degli operatori economici

– formazione diversificata per esercenti commerciali, professionisti e società civile in grado di sostenere l’accoglienza e l’offerta dei servizi durante l’anno dell’EXPO.

– piattaforma di sviluppo delle dinamiche di internazionalizzazione per le imprese del territorio in comunicazione con Lodi Export, consorzio all’internazionalizzazione delle imprese del territorio.

– opportunità di co-working con accesso ad una rete di operatori coinvolti nel crown funding sostenibile all’interno di La Fattoria

 

Verbale del Comitato Promotore: fissato il fondo comune privato per la realizzazione dell’Organizzazione e l’Agenda programmatica per il 2014

A seguito di incontri tenutisi dopo il 9 gennaio 2014 con rispettivi sostenitori emerge

1 – La necessità di consolidare il Tavolo di Lavoro CUPI in una vera e propria organizzazione di natura non profittuale ma promozionale e di aggregazione sociale in grado di sostenere esigenze di rete, confronto e propositività fra operatori specifici del territorio nell’ottica di rilancio sinergico su tematiche di grande impatto economico, culturale e civile

2 – Mantenere un ruolo indipendente sia nella gestione che direzione, che attesti un posizionamento super partes di CUPI, senza coinvolgimenti di carattere politico o corporativo di qualunque genere

3 – Agire con celere operatività in modo da consolidare e inaugurare l’attività dell’Organizzazione in tempo per pianificare il coinvolgimento concreto della medesima in situazioni di cooperazione, confronto relazionale e funzionale agli obiettivi preposti, in accordo con il regolamento / statuto per quanto concerne individuazione di prospettive di rilancio internazionale degli operatori economici.

4 – Introdurre nel percorso di consolidamento dei contenuti di operatività anche elementi riguardanti la società civile come servizi di formazione che condividano l’acquisizione di competenze, strumenti e conoscenze atti a valorizzare una consapevolezza comune su temi attinenti all’internazionalismo e alle dinamiche di confronto globale di territori, società e mercati.

Si sottopone pertanto al gruppo a sostegno per la fondazione del C.U.P.I. le seguenti specifiche e necessità:

– Realizzazione di un Fondo Comune Iniziale per la costituzione dell’Organizzazione di circa 1500,00 euro

– Votazione di cariche istituzionali e operative all’interno del Consiglio Direttivo C.U.P.I. fra cui Presidenza, Vicepresidenza, Tesoreria, Segreteria, Consiglieri  e redazione dello statuto e Atto Costitutivo sottoscritto dai soci fondatori

– Consolidamento dell’Assemblea dei soci aperta al coinvolgimento di operatori introdotti da altri soggetti già membri CUPI e Soci Fondatori, affinché essi siano di utile sostegno ai fini programmatici delle attività indicate in Statuto.

– Programmazione delle prime attività sostenute dal Centro per l’anno 2014  e comunicazione delle azioni perseguite dall’Agenda di Lavoro attraverso le proposte indicate dall’Assemblea dei soci e approvate dal Consiglio Direttivo

– CUPI opererà come Ente no profit convogliando servizi di promozione, cultura, informazione e rete su prospettiva internazionale di servizi specifici erogati poi da imprese, professionisti e operatori economici dei territori coinvolti nel progetto. Ecco la finalità di spinta alla ripresa attraverso la libera iniziativa con interdipendenza dalle opportunità proveniente dalla relazione con l’estero promossa dal centro.

Agenda

Redazione Statuto e Atto Costitutivo entro e non oltre il 9 febbraio 2014 approvati dai soci fondatori e votazione delle cariche

– Registrazione di C.U.P.I. quale Associazione di Promozione Sociale da finalizzare nell’Albo dell’Associazionismo della Provincia di Lodi e Assegnazione della sede legale dell’Associazione in Piazza della Vittoria entro il 18 di febbraio 2014

– Conferenza Stampa e introduzione dell’insieme di funzioni e finalità dell’Associazione neoregistrata si terrà fra il 20 e 21 febbraio presso Hotel Europa in Lodi – orario da confermare

22 Febbraio: Apre lo Sportello C.U.P.I. per l’Unione delle Prospettive Internazionali dal Territorio, attraverso cui il centro raccoglie sia le richieste di adesione all’associazione in qualità di Soci con la presentazione dei soggetti aderenti da parte dei soci sostenitori e fondatori e avvia la raccolta di proposte e suggerimenti da analizzare attraverso l’Assemblea dei Soci.

Lo Sportello C.U.P.I. avrà natura itinerante per concentrare spinte di compartecipazione su diversi ambiti e sosterrà progetti diversificati attraverso sedi di rappresentanza proprie di  sostenitori e operatori coinvolti. In particolari modo si evidenziano linee diversificate di contenuti da trasmettere su postazioni diverse fra cui:

Incubatore di professioni e start up professionali attraverso laboratorio di promozione internazionale dei saperi / ricerca presso la Fattoria – riferimento Bruni Costruzioni / Carinelli & Piolini

Piattaforma all’internazionalizzazione commerciale assistita e fattibilità operativa sui mercati esteri (legale, fiscale, logistica e commerciale) per PMI e operatori economici – riferimento Lodi Export

Promozione Territoriale e Iniziative a rilancio enogastronomico in ottica internazionale (fra cui promozione di prodotti e itinerari speciali) – riferimento Associazione Albergatori della Provincia di Lodi

Formazione Interculturale e Linguistica, Processi di integrazione nei percorsi di marketing strategy e business culture  fra Europa e Asia rivolto a professionisti e commercianti – riferimento Asian Studies Group sede di Lodi e Milano

CUPI con Milano EXPO 2015 rassegna informativa per il territorio aggiornata online e attraverso seminari e attività informative diversificate utili ad accogliere proposte e sinergie di riferimento, Incubatore di promozione artistica sul tema dell’EXPO e volano riassuntivo degli eventi culturali inerenti all’anno dell’Esposizione Internazionale Tutti i sostenitori e membri dell’associazione convergono attivamente; verrà inoltre avviata la selezione di una Fondazione partner per ospitare e concretizzare eventi di spessore a partecipazione ampia e diversificata.

–  dal 27 di Febbraio  / 9 aprile Prima Missione CUPI all’estero: Mentre sul Territorio si consolidano e si presentano i progetti sovra menzionati, l’Associazione attraverso finanziamento operato da Asian Studies Group, avvierà in un viaggio in Asia, l’attività di networking con partner esteri e introduzione delle proprie funzioni nell’ottica di consolidamento relazionale su Giappone, Cina e Korea con reportistica pubblicata online.

Riferimento ai sostenitori promotori dei contenuti indicati: Paolo Cacciato, Diego Bruni, Simone Carinelli, Paolo Palamiti,  Abramo Oppizzi, Paolo Caresana, Federico Gaudenzi, Luca Bucci.